Catering per Eventi Speciali

Professionisti del Ricevere

Post recenti

GRASSI quali USARE e quali EVITARE


i buoni GRASSI della nostra CUCINA

Secondo l' Organizzazione mondiale della Sanità, le abitudini alimentari di tutti coloro che "mangiano MEDITERRANEO" garantiscono una vita Sana ed immune da tantissime malattie, in particolar modo l'assunzione di acidi grassi e flavonoidi attraverso una dieta ricca di nutrienti essenziali per la salute.

Nel corpo umano, i grassi costituiscono la membrana delle cellule, regolano il traffico in entrata ed uscita e compongono ormoni come estrogeni, testosterone, vitamina D.

I grassi non sono tutti uguali, alcuni innescano l'infiammazione altri, hanno l'effetto contrario: la spengono, questa azione consente di catalogare i vari grassi in "BUONI" (INSATURI) e "CATTIVI (SATURI).

I grassi INSATURI a loro volta si dividono in monoinsaturi e polisaturi, si trovano prevalentemente nell'olio di oliva, nel girasole, mais , nelle noci, nelle arachidi, nei semi di zucca e di sesamo, nel pesce.

Sono ricchi di grassi SATURI invece alcuni oli vegetali : come ad esempio l'olio di cocco, di palma, i grassi trans ( o idrogenati) vivamente sconsigliati.


MATTONI DI CONOSCENZA:

PERCHE' EVITARE gli OLI VEGETALI IDROGENATI


Gli acidi grassi polinsaturi, contenuti negli oli vegetali, per quanto consigliabili nell'alimentazione hanno un difetto: sono particolarmente instabili , si ossidano e irrancidiscono facilmente. Un secolo fa l'industria alimentare ha messo a punto il processo di idrogenazione che aggiunge atomi di idrogeno alla molecola di grasso facendola diventare parzialmente o totalmente satura. L'olio viene riscaldato a una temperatura tra 170 e 180° in presenza di idrogeno e con un metallo (di solito il nichel) che fa da catalizzatore. Avvenuta la reazione chimica, l'olio idrogenato viene raffinato, in questo modo l'acido grasso è più stabile diventando adatto ai cibi destinati a durare a lungo sugli scaffali , od ai fritti perché sopportano ripetuti riscaldamenti senza rovinarsi.

E' quindi necessario LEGGERE ATTENTAMENTE LE ETICHETTE DEI PRODOTTI (i grassi idrogenati vengono indicati come "grassi saturi" ) e, limitare (od evitare) i prodotti che li contengono: fritti, prodotti da forno, snack elaborati e margarine.



#grassibuoniecattivi #oliidrogenati #buonaalimentazione

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square